TIM: in arrivo rimodulazioni e rincari per tariffe e servizi in autunno

147
TIM aumenti ottobre

TIM, la più grande azienda di telecomunicazioni italiana, ha annunciato una serie di aumenti e rimodulazioni in vigore dal 1° Ottobre 2020. Tra i vari servizi interessati ci sarà anche il noleggio dei modem.

Le motivazioni dietro gli aumenti e le rimodulazioni sono da ricercarsi nei futuri piani di investimento e innovazione che TIM intende mettere in campo.

Di seguito elencheremo tutti gli aumenti e le rimodulazioni in arrivo ad Ottobre.

Aumenti per Voce e linea ISDN

Innanzitutto cambiano le condizioni economiche di alcune offerte sulla linea telefonica in rame.

Il costo dell’abbonamento mensile delle offerte TUTTO VOCE, TUTTO VOCE con Sconto Fedeltà, TUTTO VOCE con Sconto Special e VOCE SENZA LIMITI aumenterà di 1,90€.

Per quanto riguarda l’abbonamento mensile a TUTTO VOCE SUPERSPECIAL e LINEA ISDN, l’aumento sarà di ben 2€.

Sapere chi sta chiamando costerà di più

Il servizio “Chi è“, che permette di visualizzare il numero del chiamante, subirà un aumento di 1€.

Gli abbonamenti di “Avviso di chiamata“, “Conversazione a tre” e “Trasferimento chiamataaumenteranno di 0,84€ l’uno. Se di questi servizi ne sono attivi due su tre, l’aumento complessivo sarà ridotto a 0,77€. Se invece sono attivi tutti e tre i servizi, il totale da corrispondere al mese crescerà solo di 0,69€.

Aumenta il noleggio sul modem di Tim

Il canone mensile degli accessori (prese, filtri, etc.), che in fattura appaiono sotto la voce “noleggio accessori”, aumenteranno di 0,49€. Il noleggio dei telefoni aumenterà di 1,16€ al mese. Infine, il canone mensile del noleggio del modem crescerà di 1,62€.

Chiamare all’estero costerà salato

Grossi aumenti in vista anche per le offerte per chiamare all’estero. In particolare: Voce Internazionale +2,61€; Nuova Welcome Home + 2,51€; Welcome Home +1,57 €; Opzione Internazionale avrà un aumento variabile tra 0,84€ e 1,77€ (IVA inclusa) in funzione delle zone tariffarie incluse.

Aumenta anche il costo della bolletta cartacea

Un altro aumento riguarderà il costo mensile per la produzione e la spedizione della fattura cartacea. Ci sarà infatti un aumento di ben 0,50€.

Tim, in questo modo, vuole incentivare “il passaggio a strumenti di pagamento digitali, raggiungendo contestualmente obiettivi di riduzione dell’utilizzo della carta e di tutela dell’ambiente“.

Tim promette di adeguare gli impianti telefonici più vecchi

A partire dal 1° Ottobre, Tim modificherà anche l’articolo 3 (relativo all’accesso al servizio) dei contratti Offerta ADSL e Offerta Fibra. Tim si riserva, infatti, di adeguare la tecnologia dell’impianto del cliente in modo tale da utilizzare la migliore architettura di rete; questo comprende anche la sostituzione gratuita del modem nel caso in cui questo fosse incompatibile con il nuovo impianto. L’azienda precisa, però, che l’utente sarà libero di dotarsi di un modem compatibile scegliendolo personalmente.

Tim assicura che l’intervento di adeguamento non costerà nulla all’utente e che non saranno previste “modifiche peggiorative delle condizioni economiche applicate o dei servizi forniti al Cliente“.

I clienti Tim che hanno sottoscritto questi servizi o che sono interessati dalla variazione del contratto Offerta ADSL o Offerta Fibra hanno già ricevuto l’informazione degli aumenti o la variazione dell’articolo 3 del contratto nella bolletta di agosto 2020È possibile recedere dai vari contratti senza penali comunicandolo a Tim entro il 30 settembre 2020.

Per ulteriori dettagli e per tutte le procedure di recesso, è stato predisposta una pagina internet nella sezione “Assistenza” del sito di TIM.